Albert

    

Informazioni sui ricorsi contro le delibere 46/2017 e 116/2018

Riportiamo il comunicato stampa congiunto dell'Unione dei Piani di Zona e di Assoconsum relativamente al parere fornito dal MIT (Ministero Infrastrutture e Trasporti) sui ricorsi presentati. Il parere è stato già trasmesso al Consiglio di  Stato per la decisione finale.

"Il M.I.T. (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) approva le motivazioni dei ricorsi dell’Unione Comitati Piani di Zona e dell’Asso-Consum Lazio e sconfessa le tesi di Roma Capitale.
Con parere prot. 0003117 del 03/04/2019 richiesto dalla sezione Prima del Consiglio di Stato a seguito dell’esame dei ricorsi presentati dall’Unione Comitati Piani di Zona di Roma e dall’Asso-Consum Regionale Lazio avverso le delibere n. 46/2017 e 116/2018 e della nota dell’Avvocatura Capitolina prot. 1772 del 20/02/2019, il Direttore Generale per la condizione abitativa del M.I.T. (ministero competente in materia), ha espresso il proprio parere favorevole all’accoglimento dei nostri ricorsi, facendo integralmente proprie le motivazioni da noi addotte e dunque respingendo le eccezioni proposte da Roma Capitale.
Vogliamo sottolineare tra l’altro che questo parere è stato richiesto dopo che nella fase istruttoria l’avvocatura di Roma Capitale non aveva mai depositato le proprie argomentazioni, in barba alle normali procedure, dimostrando ancora una volta la propria insensibilità e il mancato rispetto delle istanze dei cittadini.
I legali di Asso-Consum Avv. Giuseppe Sorrentino e Stefano Cruciani che hanno redatto i citati ricorsi, auspicano “che ora il Consiglio di Stato si pronunci in via definitiva sulle questioni da noi sollevate, dichiarando illegittime le delibere impugnate, prive di fondamento, ed adottate senza nessuna preventiva attività di concertazione con le associazioni che da anni si battono e lottano a difesa dei diritti degli abitanti dei pani di zona.”
L’Unione Comitati dei Piani di Zona di Roma con la fattiva collaborazione di Asso-Consum Regionale Lazio continuerà ad adoperarsi in ogni sede per far valere questi diritti in maniera costruttiva e propositiva, dimostrando alla politica che è possibile amministrare con equità e giustizia nel rispetto delle leggi e dei principi sociali e costituzionali che sono alla base dell’edilizia residenziale"

Ovviamente non significa che i due ricorsi verranno accolti, purtroppo siamo in Italia ed il parere favorevole espresso dal Ministero competente  potrà essere smentito dal Consiglio di Stato. 
Detto ciò questo parere è comunque un documento di fondamentale importanza e dimostra ancora una volta la fondatezza dei motivi che hanno spinto il nostro CdQ ad appoggiare e farsi diretto  promotore dei ricorsi. Un grandissimo grazie va a tutti i nostri residenti che in questi anni ci hanno seguito dato fducia e continuano ad appoggiarci in questa nostra azione, All' ultimo ricorso presentato il Marzo scorso contro la Delibera 116/2018 ben 53 ricorrenti dei 400 totali provenivano da Colle Parnaso. Considerate le minuscole dimensioni del nostro PdZ ( solo 520 nuclei familiari ) pensiamo che sia un risultato di cui tutti noi dobbiamo andare fieri.